LABYES.gif

violino

Umberto
Flamini 

Il più importante strumento musicale ad arco dell'orchestra moderna. Deriva dalla famiglia delle viole ed è il più acuto degli strumenti ad arco. Apparve in Italia verso la metà del XVI secolo, introdotto dai liutai bresciani Gaspare da Salò e Gian Paolo Maggini, e fu poi perfezionato dall'Amati e dallo Stradivari.

Programma

 

Nella prima fase del corso, si affronta l'impostazione sullo strumento 

(postura generale, modo di tenere il violino e l'arco) a cui segue una fase in cui l'allievo

impara a "tirare" l'arco, affrontando l'argomento della produzione del suono. Contemporaneamente, si incomincerà lo studio del solfeggio, necessario per leggere la musica. Quando l'allievo/a avrà acquisito la necessaria familiarità con l'arco, si inizierà gradualmente ad usare la mano sinistra, affrontando quindi le problematiche ad essa connesse (posizione corretta della mano, intonazione, ecc.) con graduale crescita delle difficoltà tecniche. 

Umberto Flamini

studia al Conservatorio G.B.Martini di Bologna sotto la guida del Maestro Paolo Bernardo, che gli tramanda gli insegnamenti di grandi scuole violinistiche quali la scuola di Carl Flesch e la grande scuola di Odessa. Ha partecipato al festival internazionale di musica da camera di Bentivoglio. In occasione del restauro dell'organo della Sala Bossi del conservatorio, si è esibito come violino solista nella prima moderna assoluta delle "Rimembranze rossiniane"di Vincenzo Petrali. Nel 2015 ha vinto il concorso Zucchelli del conservatorio di Bologna, eseguendo nel concerto dei premiati l'Inverno di Antonio Vivaldi in qualità di violino solista concertatore.

info +39 051 678 12 91 

MUSIC FACTORY • ASSOCIAZIONE CULTURALE

Music Factory • Via Moglio 10/12 - Borgonuovo/Sasso Marconi - BOLOGNA